Quali sono i caricabatterie portatili più sicuri? Prodotti migliori e consigli per la valutazione tecnica

Come scegliere i migliori caricabatterie portatili più sicuri? Smartphone e tablet sono dispositivi mobili, ma anche estremamente assetati di energia. Devono essere ricaricati molto rapidamente con un uso intensivo. A volte bastano poche ore, altre volte meno di un giorno: questo non è un problema quando il proprietario del dispositivo è a casa o al lavoro, dove ha accesso alla presa di corrente. Ma cosa succede se ti stai avvicinando a un viaggio o a un lavoro sul campo di un’intera giornata? È qui che tornano utili caricabatterie portatili più sicuri, detti anche power bank o powerbank.

Caricabatterie portatili più sicuri: cosa sono?

I caricabatterie portatili più sicuri sono piccoli dispositivi rettangolari (ma non sempre) con una batteria agli ioni di litio nascosta all’interno, con una capacità maggiore (il più delle volte) rispetto al caso degli smartphone o tablet che utilizziamo.

Dopo aver caricato i caricabatterie portatili più sicuri, puoi portarli con te per ricaricare la batteria del tuo telefono o altro dispositivo mobile in qualsiasi momento, nel bosco, in bicicletta o in treno. Ad esempio uno smartwatch, un lettore MP3 / MP4, un navigatore GPS o una fotocamera.

Questo processo è molto semplice: basta collegare il powerbank al nostro dispositivo con un cavo USB per iniziare a trasferire l’energia da una batteria all’altra.

Quando il nostro telefono, tablet o altro dispositivo è carico, scollega il cavo. A seconda del modello di caricabatterie portatili più sicuri, nonché della capacità della batteria installata nel dispositivo mobile, il numero di ricariche può variare da 1 a 4. Ovviamente anche l’energia del power bank è limitata. Lo carichiamo in modo simile a uno smartphone o tablet, collegandolo a un caricabatterie o possibilmente a un computer.

Quale powerbank comprare? Cosa cercare?
Come si può facilmente intuire, sul mercato sono presenti molti modelli di caricabatterie portatili più sicuri. Differiscono non solo per dimensioni e costruzione, ma soprattutto per i parametri tecnici più importanti che influiscono sulle loro capacità e sul modo in cui vengono utilizzati.

Parametri dei caricabatterie portatili più sicuri

Capacità. Questo è uno dei parametri più importanti che consente di determinare quanto siano efficienti i caricabatterie portatili più sicuri, in altre parole, per quante cariche ha energia sufficiente. Innanzitutto, vale la pena aggiungere la capacità della batteria dei dispositivi che utilizziamo e su questa base scegliere i power bank.

Attualmente in commercio si possono trovare caricabatterie portatili più sicuri con una capacità da 400 a addirittura 40.000 mAh, quindi non dovreste avere problemi a trovare quello più adatto. Tuttavia, non sempre una capacità elevata significa una ricarica migliore o più veloce.

Molto spesso si scopre che, a causa del cattivo funzionamento dell’elettronica installata all’interno, ci sono grandi perdite di energia, che possono raggiungere fino al 30% della capacità del power bank. Tutto ciò significa che non vale la pena cercare il massimo risparmio e optare per i modelli più economici.

Velocità di ricarica del telefono e del tablet. I power bank sono molto bravi a caricare gli smartphone. Il tempo di attesa è simile a quello di un normale caricabatterie. I tablet possono essere un problema in quanto richiedono più amperaggio per mantenere un tempo di ricarica accettabile.

Nessuno vuole aspettare ore e ore per caricare la batteria esterna. Tutti hanno a cuore il tempo, soprattutto quando è necessaria un’ulteriore fonte di energia.

Pertanto, vale la pena scegliere dispositivi che si caricano rapidamente e che ti consentono anche di ricaricare la tua batteria e il tuo telefono o tablet allo stesso tempo. Prima di acquistare un modello specifico, controlliamo il tempo dato e la corrente di uscita massima supportata.

Altre caratteristiche da considerare

Housing. Dato che i caricabatterie portatili più sicuri sono dispositivi portatili, dovrebbero avere un alloggiamento solido e durevole. Il materiale dovrebbe essere resistente ai danni meccanici e i singoli elementi dovrebbero adattarsi bene. Quindi ci sono powerbank in plastica, alluminio o metallo. Alcuni sono anche ricoperti di gomma, che in una certa misura riduce gli effetti di una caduta e si adatta bene alla mano.

Anche i powerbank con custodia antipolvere e impermeabile sono molto popolari. Grazie a questo possono essere spostati e utilizzati anche in condizioni estreme.

Numero di porte. Se viene utilizzato più di un dispositivo mobile, vale la pena cercare un powerbank in cui il produttore ha deciso di fornire almeno due porte USB.
Powerbank per iPhone. La maggior parte dei power bank viene fornita con un cavo USB che può essere collegato a quasi tutti i dispositivi mobili. In altri casi, come i dispositivi Apple, sarà necessario utilizzare un cavo con due estremità oppure acquistare un power bank dedicato per questi apparecchi.

Accessori. Sebbene i powerbank siano piccoli oggetti progettati per svolgere una funzione, sul mercato esistono anche modelli con elementi e funzioni aggiuntive. Questi includono, tra gli altri, una torcia (in alcuni casi l’intera parete dell’alloggiamento può brillare), un posto per un cavo (il cavo è inserito in uno slot speciale) o almeno la possibilità di caricare da un computer. Invece di collegare il powerbank a una presa, è sufficiente avere a portata di mano un laptop o un computer desktop.

Quanto costano?

Vale la pena acquistare un powerbank? Che prezzo ha? L’apparecchiatura in questione consentirà di caricare qualsiasi dispositivo con una porta adatta. Per questo motivo, i caricabatterie portatili più sicuri dovrebbero essere inclusi nell’attrezzatura di ogni persona che vuole essere tranquilla di rispondere a una telefonata importante.

Oppure non vuole perdere la comunicazione con la famiglia o gli amici quando si trova su un lungo sentiero di montagna. Tutto ciò lo rende estremamente utile sia al lavoro che quotidianamente o in viaggio. È interessante notare che non sono disponibili per la vendita solo power bank collegati a una presa elettrica.

Una soluzione interessante sono i powerbank caricati con energia solare. Sono perfetti per viaggi durante i quali non è possibile accedere a una presa elettrica.

Quanto costano i modelli standard dei dispositivi discussi sopra? Questo, ovviamente, dipende dalla loro costruzione, capacità e altri parametri. Acquisteremo i powerbank più economici per pochi euro, mentre quelli con prestazioni elevate possono costare diverse decine di euro.

In commercio sono presenti anche dispositivi di notevoli dimensioni e per uso professionale. Il loro prezzo è spesso superiore a 500 euro. Pertanto, vale sempre la pena considerare esattamente di quale dispositivo abbiamo bisogno e quindi analizzare le specifiche delle soluzioni disponibili.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma la tecnologia e l’elettronica sono quelli che preferisco. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
caricabatterieportatili.it